Teatro del Canovaccio
Teatro del Canovaccio Martoglio.jpegNopaquieDSC_0105.JPG119_1924.JPG119_1926.JPG119_1936.JPG119_1947.JPG119_1945.JPGDSC_0182.JPGfoto gruppocinzia e salvosalvo e cosimo14337_1169237594961_2230432_n10317_1127226385102_6412457_n310283_2037836158086_576602866_n401613_10200167516575094_1561325484_n395561_2656029563831_377462048_n428128_2656024123695_2110331828_n389693_325199004228197_1036433551_n14337_1169236434932_3239130_n1255522_10200497309179098_39993046_nMVI_4893-3.jpegMVI_4898-4.jpegMVI_4900-1.jpegPIERODSC_0104.JPGDSC_0120.JPGDSC_0121.JPGDSC_0127.JPGDSC_0140.JPGDSC_0136.JPGDSC_0158.JPGDSC_0161.JPGDSC_0172.JPGDSC_0180.JPGFratelli d'Italia il castsaro 2.JPGSARO.JPGsaro 3.JPG
Responsabile Ufficio Stampa: Anna Alberti info@teatrodelcanovaccio.it

GRAFICOSMICHE


...spettacolo grafico teatrale con disegni e parole

suggerite dalla poesia del Cosmo

LocandinagraficoSmichepiccolo

GRAFICOSMICHE


Spettacolo di improvvisazione Grafico-Teatrale con momenti di interazione col pubblico. 


Disegni  e parole che sono creazioni estemporanee suggerite direttamente  dal  Cosmo in un fiducioso abbandono tra le braccia della Poesia. 

Attraverso  l’umorismo,  Alvalenti, il poeta graficomico, noto al pubblico  di  Zelig  anche col  suo  personaggio “Filù”, si illude di intuire gli spazi che ci sono tra noi  e  l’Universo, di  percepire  visioni  nuove  e imprevedibili  con  l’assoluta  presunzione  di  riuscire  a soddisfare  quel  bisogno  ancestrale di immaginare, sognare, sorridere a mondi  nuovi,  

ma  possibili… anche  se  improbabili... o forse no! Il tutto, con  lo  scopo  di  trovare  la sospirata  risposta  all’atavica  ed eterna domanda che tutti, tranne  alcuni,  ci  poniamo spontaneamente    ogni  volta  che,  per  caso, ci  ritroviamo  a  guardare  l’infinito  cielo stellato: “cos’altro noi siamo oltre a quello  che già sappiamo di essere?” 


L'artista coinvolge il pubblico in un magico mondo in cui le parole e i segni si trasformano in disegni e improvvisazioni teatrali svelando alternative inaspettate.


Uno  spettacolo  adatto  a  tutti e soprattutto al bambino, a   volte dimenticato,  che  da  sempre alberga nei nostri cuori.

Dall'15 al 18 Febbraio 2018


Orario spettacoli:

Giorni feriali ore 21,00

Sabato e Domenica ore 18,00 e ore 21,00 


Info e prenotazioni:

391 4888921



©Teatro del Canovaccio Via Gulli, 12 Catania - Tel. +39 347.3124498 - 328.4254497          
mail: giuseppe@teatrodelcanovaccio.it 
Responsabile Ufficio Stampa: Anna Alberti info@teatrodelcanovaccio.it

Create a website